Giri di boa e corpi maestri

Quando mi sono resa conto che il tempo trascorso é già lo stesso che mi attende  verso la conclusione di questo viaggio mi è sembrato come quando si tiene la sabbia tra le mani e questa scivola via.

Le settimane sono volate pur essendo state dense indescrivilmente.

Per festeggiare la ricorrenza, il mio corpo ha deciso di prendersi una pausa. Una settimana dopo, posso dire che in realtà, ha fatto bene. Mi ha fatto molto male sul momento e anche un po’ paura, ma era necessaria.

dav
Gabbiani in volo su Castel dell’Ovo, Napoli 2019

Mi rendo conto che spesso, in viaggio, smarrisco i confini del mio giardino e mi fondo e mi confondo con il contesto in cui sono dimenticando le mie necessità, quelle del mio intestino, i miei bisogni di sonno. E alla fine pago. E sperimento i servizi sanitari in giro per il mondo. E attivo assicurazioni oltreoceano. E vorrei solo che mia mamma fosse vicina.

Arriverà il momento in cui, oltre ad amarlo, saprò riconoscere i segnali del mio corpo e rispettarlo prima che inizi a strillare. Questa volta, connesso alla Luna Nera, si è liberato di tutto: cibo in eccesso, emozioni, paure, aspettative, paranoie. Il mio stomaco si è ribaltato completamente e ha ributtato fuori tutto, liberando il corpo e preparandolo ad una nuova fase.

Così, stanca ma più attenta ho affrontato questo giro di boa. Imparando a farmi voler bene dagli altri, a prendere il braccio di una semi sconosciuta per rialzarmi e tenerla sveglia tutta la notte a causa dei miei conati. Accettando il dono altrui. Accettando di ricevere e di “essere” me stessa, come parte dello scambio. Accettando di rallentare e dormire. Accettare di vedere gli altri agire in modo diverso da come mi sarei aspettata. Accettare di avere paura, di pensare di tornare a casa, di piangere.

..che va bene tutto: la paura, la stanchezza, le lacrime.

Va bene soprattutto concedersele.

Va bene che nell’equilibrio generale, qualcuno manca all’appello ma qualcuna ha preparato la lettera dei momenti difficili che cura e procura sollievo, senso di amicizia, fiducia nel prossimo.

Così, si procede. Lasciando andare il passato, le mozzarelle in eccesso, le lacrime, il bisogno di vederetuttoefaretutto, la stanchezza.

Un nuovo corpo, una nuova Luna. Mi incammino verso la discesa con leggerezza.

IMG-20190507-WA0061
Costiera sorrentina 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: